Fare clic qui per visitare la home page EUFIC
Sicurezza e qualità degli alimenti
Tecnologia alimentare
Food Risk Communication
Nutrizione
Salute e stile di vita
Malattie legate all'alimentazione
Consumer Insights
(Solo in inglese)
Food for thought
(Solo in inglese)
EU initiatives
(Parzialmente tradotto)
Sotto i riflettori
Energy Balance

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.



ALIMENTAZIONE OGGI 07/2004

Il cibo deve anche avere un aspetto gradevole - perché gli antiossidanti sono così importanti?

Food TodayGli antiossidanti sono presenti in molti alimenti. Spesso li troviamo elencati tra gli additivi sulle confezioni dei cibi. Ma quale azione svolgono? Perché hanno un ruolo così importante in molti prodotti?

Nell'ultimo numero abbiamo presentato i conservanti, che vengono utilizzati per impedire il deterioramento biologico o microbico degli alimenti. Questa volta, ci concentreremo sugli additivi alimentari, che impediscono l'ossidazione dei cibi. L'ossidazione è un processo chimico e si verifica, nella maggior parte dei casi, a causa dell'esposizione all'aria (ossigeno) o per gli effetti del calore o della luce.
Gli antiossidanti contribuiscono a conservare il gusto e il colore degli alimenti e a garantire la loro commestibilità per un periodo più lungo. L'impiego di queste sostanze è particolarmente importante per evitare l'ossidazione dei grassi e dei prodotti che li contengono. Mescolando accuratamente gli antiossidanti con i grassi, si ritarda la fase finale dell'ossidazione, in cui si manifesta in modo evidente la rancidità (sviluppo di retrogusti e odori sgradevoli). Inoltre, gli antiossidanti servono a proteggere alcune vitamine e vari amminoacidi che possono essere facilmente distrutti dall'esposizione all'aria. Gli antiossidanti aiutano anche a rallentare lo scolorimento di frutta e verdura.

Antiossidanti presenti in natura

Aggiungere qualche goccia di succo di limone alle mele è un semplice rimedio per evitarne l'ossidazione. L'acido ascorbico (vitamina C) contenuto in molti agrumi è un antiossidante naturale e, per questo, trova frequente impiego nella produzione alimentare (E 300-E 302). La vitamina C e i suoi sali vengono utilizzati per proteggere bibite, marmellate, latte condensato e salsicce.
I tocoferoli (E 306-E 309) appartengono alla famiglia della vitamina E e sono un altro esempio di antiossidanti naturali. I tocoferoli si trovano principalmente nelle noci, nei semi di girasole, nei germogli di soia e di mais e sono usati soprattutto per conservare oli vegetali, margarine e prodotti a base di cacao. L'acido ascorbico e i tocoferoli, sono due antiossidanti molto utilizzati e, per questo, vengono da tempo prodotti artificialmente.

Le fonti naturali, infatti, non sono in grado di soddisfarne interamente il fabbisogno. Oggi è possibile copiare la struttura molecolare di questi composti con una tale precisione che non vi sono più differenze né di struttura né di proprietà. Entrambe, sono molecole definite nature identical, identiche cioè a quelle in natura.

Antiossidanti artificiali

Antiossidanti artificiali e naturali vengono utilizzati indistintamente. I più importanti appartengono al gruppo dei gallati (E 310-E 312), che vengono aggiunti principalmente agli oli vegetali e alle margarine per evitarne l'irrancidimento e preservarne il gusto.
Altre due sostanze, che non appartengono ai precedenti gruppi, sono il BHA (butil-idrossi-anisolo, E 320) e il BHT (butil-idrossi-toluolo, E 321).

Esempio di conservanti di uso comune nella UE:

Codice Sostanza/categoria Alimenti in cui sono utilizzati
E 300
E 301
E 302
Acido ascorbico
Ascorbato di sodio
Ascorbato di calcio
Bibite, marmellate, latte condensato, salsicce
E 304 Ascorbil palmitato Salsicce, brodo di pollo
E 306-309 Tocoferoli
Oli vegetali
E 310
E 311
Gallati Grassi e oli per la produzione professionale, oli e grassi per friggere, condimenti, zuppe liofilizzate, chewing-gum
E 320
E 321
BHA - butil-idrossi-anisolo
BHT - butil-idrossi-toluolo
Dolci, uvetta, formaggio lavorato, burro di arachidi, minestre pronte

 

La legislazione in materia

Anche se le vitamine C e E hanno effetti benefici sul nostro organismo, il loro utilizzo negli alimenti a scopo antiossidante è regolamentato da limiti ufficiali. Proprio come qualsiasi altro additivo alimentare, gli antiossidanti sono soggetti a una severa legislazione UE che ne disciplina l'approvazione, l'utilizzo e l'etichettatura, la Direttiva 95/2/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 20 febbraio 1995 relativa agli Additi Alimentari diversi dai Coloranti e dagli Edulcoranti. Questa normativa prevede che tutti gli antiossidanti aggiunti, come tutti gli additivi alimentari, siano dichiarati sulla confezione in base alla categoria di appartenenza (antiossidante, conservante, colorante, ecc.) con il loro nome o codice di identificazione (E seguito da numero).

La ricerca di nuove sostanze

La ricerca sta compiendo numerosi sforzi per trovare nuove sostanze vegetali che abbiano questa proprietà, in modo da incrementare l'impiego degli antiossidanti naturali in sostituzione di quelli artificiali. Gli scienziati hanno scoperto, ad esempio, che alcune sostanze vegetali contenute nella salvia e nel rosmarino sono efficaci antiossidanti. Molte sostanze naturali, però, presentano spesso anche caratteristiche indesiderate. A questo proposito, ci sono due importanti aspetti da tenere sempre in considerazione. In primo luogo, le sostanze naturali non sono automaticamente sicure per la salute dell'uomo. Secondariamente, le sostanze vegetali naturali hanno spesso un gusto forte e caratteristico. Questo è il motivo per cui le sostanze appena scoperte non vengono subito utilizzate nella produzione alimentare, ma vengono sempre sottoposte a una valutazione completa di sicurezza, come previsto dalla legislazione in materia di additivi e di nuovi alimenti.

More information

SU EUFIC
European Food Information Council (EUFIC) è un'organizzazione senza fini di lucro che fornisce informazioni scientificamente corrette sulla sicurezza e la qualità alimentare, la salute e la nutrizione, ai media, ai professionisti della salute e dell'alimentazione, agli educatori e agli opinion leader, in modo comprensibile per i consumatori.

Leggi altro
Data ultimo aggiornamento del sito 30/07/2014
Visualizza tutti i risultati di ricerca