Fare clic qui per visitare la home page EUFIC
Sicurezza e qualità degli alimenti
Tecnologia alimentare
Food Risk Communication
Nutrizione
Salute e stile di vita
Malattie legate all'alimentazione
Consumer Insights
(Solo in inglese)
Food for thought
(Solo in inglese)
EU initiatives
(Parzialmente tradotto)
Sotto i riflettori
Energy Balance

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.



ALIMENTAZIONE OGGI 08/2010

Valutazione delle percezioni e della comunicazione dei rischi e dei benefici degli alimenti in Europa

I consumatori sono costantemente coperti di nuove informazioni che riguardano la salute e la sicurezza del cibo. Recenti testimonianze suggeriscono comunque che i consumatori sono preoccupati per le offerte alimentari che ricevono. Capire quali siano le attuali barriere nel comunicare i rischi e i benefici degli alimenti e identificare potenziali rimedi a queste sfide, sono gli obiettivi del progetto “FoodRisc” finanziato dalla Commissione Europea. Questo progetto cerca di creare un pratico strumento che consenta una comunizicazione efficace ed equilibrata per comprendere i rischi legati all’alimentazione.
Il FoodRisC

Per l’Unione Europea (UE) creare una corretta comunicazione sui rischi alimentari è ancora una sfida, con la continua preoccupazione pubblica per le sostanze contaminanti degli alimenti, gli avanzamenti tecnologici e le malattie causate dall’alimentazione (come il diabete o l’obesità). Diverse fonti d’informazione, con diverse prospettive, alimentano la confusione dei consumatori e la possibilita che le informazioni possano dare adito a interpretazioni sbagliate. Sono stati fatti enormi progressi sia nel comprendere i fattori determinanti di una percezione sbagliata del rischio da parte dei consumatori, sia nell’identificare le strategie di comunicazione efficaci al fine di evitare il rischio alimentare, ma, malgrado cio’, non sono ancora state individuate appropriate strategie e strumenti per veicolare correttamente l’informazione.
 
Il progetto “FoodRisC”, finanziato dalla Commissione Europea (Food Risk Communication – Perceptions and communication of food risks/benefits across Europe), intende indirizzare nel modo corretto questa sfida legata alla comunicazione sfruttando il potenziale dei nuovi social media, caratterizzando le relazioni tra i rischi e i benefici alimentari e fornendo una chiara fotografia di come i consumatori si pongono nei confronti di tali rischi e benefici. Il consorzio FoodRisk e’ composto da esperti in settori chiave per la comunicazione dei rischi e dei benefici dell’alimentazione, provenienti da istituti di ricerca, organizzazioni dei consumatori e piccole e medie imprese di dieci stati membri della Comunità Europea. Il consorzio è supportato da una commissione consultiva di rappresentanti di otto organizzazioni – riconosciute a livello mondiale - sulla comunicazione della salute (inclusa la European Food safety Autority – Autorità europea per la sicurezza alimentare, l’Organizzazione Mondiale della Sanità e Google) e coordinato dal Professor Patrick Wall del “University College Dublin’s School of Public Health and Population Science”. L’ultimo obiettivo che il progetto FoodRisC si è prefissato di raggiungere è la creazione di uno strumento e di linee guida pratiche che possano far arrivare ai consumatori un messaggio mirato e chiaro sui rischi e benefici dell’alimentazione.
 
Obiettivi e metodi del FoodRisC

Il progetto FoodRisC ha quattro obiettivi primari:
  1. Descrivere le dinamiche delle relazioni tra rischi e benefici alimentari e le implicazioni per i comunicatori.
  2. Esplorare il potenziale dei nuovi social media (per esempio, blogs e social network come Facebook e Twitter), individuando - e successivamente veicolando a chi si occupa di comunicazione relativa a rischi e benefici alimentari - il miglior utilizzo di questi ultimi.
  3. Identificare come i consumatori utilizzano ed interpretano queste informazioni, per individuare la popolazione target cui rivolgersi e creare messaggi studiati su misura.
  4. Proporre una strategia e uno strumento efficace di comunicazione, affinche’ messaggi coerenti siano divulgati tra gli stati membri dell’Unione Europea.

Questi obiettivi potranno essere raggiunti grazie ad un mix di approcci e metodi di ricerca in grado di completare l’attuale struttura di comunicazione di riferimento. Tradizionalmente, la comunicazione sugli alimenti si basa sulla trasmissione di informazioni provenienti da una fonte autorevole, tramite i classici canali media (ad esempio, televisione, internet, stampa). Il progetto FoodRisC modifica il tradizionale modello di comunicazione facendo giocare ai destinatari un ruolo attivo e dimostrando come alcune variabili demografiche (come sesso, stato socio-economico, età) fungono da barriere  nella  comprensione finale del messaggio da parte del consumatore. Il FoodRisC elaborerà inoltre i risultati di altri progetti europei, tra i quali “Beneris” (Benefit-Risk Assessment for Food: an Iterative Value-of-Information Approach), “Qalibra” (Quality of life - integrated benefit and risk analysis), “PASSCLAIM (Process for the Assessment of Scientific Support for Claims on Foods) e BRAFO (Risk-Benefit Analysis of Foods).
 
Cosa c’è di nuovo? Novità del FoodRisC

Negli ultimi 15 anni è stata condotta un’approfondita ricerca sulla percezione e la comunicazione dei rischi, attraverso diverse discipline scientifiche, facendo luce sull’importanza di tener conto della percezione dei rischi e dei benefici da parte del consumatore. L’“Eurobarometro”, per esempio, è un importante strumento all’avanguardia usato dai politici e dagli accademici per comparare la risposta pubblica ad una serie di questioni tra le quali la sicurezza e la tecnologia alimentare. È comunque stata fatta poca ricerca per sviluppare e implementare strumenti di comunicazione in grado di superare le sfide demografiche affinché i consumatori possano comprendere i rischi e i benefici alimentari.

Dunque, il progetto FoodRisC è nuovo non solo nel cercare non di identificare le barriere per raggiungere un efficace ed equilibrata comunicazione dei rischi e dei benefici alimentari, ma anche nell’identificare nuovi approcci per superare queste barriere come i nuovi social media, l’uso di messaggi mirati e la standardizzazione di configurazioni chiave per i rischi e i benefici alimentari. Oltre a ciò, il progetto non si limita solo alle paure legate agli alimenti che spesso attirano l’attenzione dei media, ma il FoodRisC si concentra inoltre sugli esempi quotidiani di comunicazioni legate al cibo che hanno effetto più direttamente sulle vite dei consumatori.
 
Qual’è il goal? Impatto del FoodRisC

Il FoodRisC cerca un impatto a livello Europeo con lo sviluppo dello strumento del FoodRisC insieme a una guida pratica per consentire l’efficace comunicazione di messaggi coerenti attraverso gli Stati membri dell’Unione Europea. Lo strumento integrerà le informazioni raccolte sulle difficoltà che i consumatori incontrano tramite un approccio nuovo in grado di superare queste barriere.

EUFIC serve come partner sia nella ricerca sia nella divulgazione, per ricercare e fornire un metodo d’identificazione sistematica di come i consumatori affrontano le informazioni sui rischi e i benefici degli alimenti. Lo strumento del FoodRisC insieme a un’efficace divulgazione e formazione migliorerà direttamente l’attuale metodo di comunicazione alimentare tra gruppi politici nazionali ed internazionali, mentre alla fine proporrà iniziative dell’UE sulla salute.

Ulteriori informazioni

Il FoodRisC riceve i fondi dal 7° Programma Quadro della Commissione Europea, contratto n° 245124.

EUFIC Review - An Introduction To Food Risk Communication. Disponibile su: www.eufic.org/article/en/food-safety-quality/risk-communication/expid/review-food-risk-communication/

Bibliografia
  1. Foster R and Lunn J. (2007). "40th Anniversary Briefing Paper: Food availability and our changing diet." Nutrition Bulletin 32(3):187-249.
  2. Smillie L and Blissett A. (2010). A model for developing risk communication strategy. Journal of Risk Research 13(1):115-134.
  3. Miller GD et al. (2006). American Journal of Clinical Nutrition 83(6):1272-1275.
  4. Frewer LJ, Scholderer J, Bredahl L. (2003). Communicating about the risks and benefits of genetically modified foods: The mediating role of trust. Risk Analysis 23:1117-1133.
  5. Eurobarometer 238 / Wave 64.1 – TNS Opinion & Social (2006). Disponibile su: http://ec.europa.eu/public_opinion/archives/ebs/ebs_238_en.pdf
Podcast correlati
Sicurezza degli alimenti, Aspartame, Dolcificante a basso contenuto calorico, Origini degli alimenti
Sicurezza degli alimenti, Contaminazione alimentare, Additives
SU EUFIC
European Food Information Council (EUFIC) è un'organizzazione senza fini di lucro che fornisce informazioni scientificamente corrette sulla sicurezza e la qualità alimentare, la salute e la nutrizione, ai media, ai professionisti della salute e dell'alimentazione, agli educatori e agli opinion leader, in modo comprensibile per i consumatori.

Leggi altro
Data ultimo aggiornamento del sito 21/08/2014
Visualizza tutti i risultati di ricerca