Fare clic qui per visitare la home page EUFIC
Sicurezza e qualità degli alimenti
Tecnologia alimentare
Food Risk Communication
Nutrizione
Salute e stile di vita
Malattie legate all'alimentazione
Consumer Insights
(Solo in inglese)
Food for thought
(Solo in inglese)
EU initiatives
(Parzialmente tradotto)
Sotto i riflettori
Energy Balance

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.



ALIMENTAZIONE OGGI 06/2006

La celiachia o intolleranza al glutine

Food TodayLa celiachia (nota anche come enteropatia glutine-sensibile o sprue celiaca o intolleranza al glutine) è una condizione dell’intestino tenue causata da una complessa reazione immunologia provocata dal glutine. Il glutine è una proteina di riserva che si trova nel frumento e in altri cereali come segale, orzo e avena. La celiachia si manifesta con una serie di sintomi debilitanti, ma seguendo una dieta appropriata priva di glutine coloro che ne soffrono possono riprendersi completamente.
 
Non e’ un’allergia
 
La celiachia non è un’allergia. Si ha una reazione allergica quando il sistema immunitario produce anticorpi contro una sostanza innocua, presente nel cibo o nell’ambiente, come se fosse patogena. Nel celiaco invece il glutine contenuto nel cibo causa un danno alla membrana dell’intestino che a sua volta impedisce al cibo di essere digerito ed assorbito dal corpo in modo corretto. Il risultato è essenzialmente uno stato di malnutrizione cronica, con un apporto calorico insufficiente e carenza di nutrienti essenziali come le proteine, le vitamine e i minerali.
 
Sintomi
 
I sintomi classici della celiachia non curata sono correlati al malassorbimento del cibo che porta a diarrea, crampi, gonfiore addominale e malnutrizione che causa, fra l’altro, perdita di peso negli adulti, crescita insufficiente nei bambini, anemia e malattie delle ossa. Più recentemente è stato suggerito che gli effetti dell’intolleranza al glutine vadano ben oltre la membrana intestinale1 e che condizioni diverse come malattie del fegato, dermatiti, diabete di Tipo 1 e infertilità possano essere collegate ad essa.
 
Diffusione e diagnosi
 
Poiché i sintomi sono molto vari e possono essere lievi, come letargia, irritabilità e disturbi intestinali, molte intolleranze al glutine possono non essere diagnosticate. A volte l’intolleranza al glutine viene diagnosticata piuttosto tardi nella vita di una persona. In passato si pensava che una persona su 1500 fosse affetta da celiachia, ma nuovi studi hanno rilevato che circa una su 100 ha valori ematici che suggeriscono questa condizione2. Anche se per confermare la diagnosi sono necessarie un’endoscopia e una biopsia intestinale, è probabile che molti Europei siano celiachi senza saperlo.
 
La dieta senza glutine
 
Quando le persone affette da celiachia seguono una dieta senza glutine3 la membrana intestinale gradualmente si ripara in modo spontaneo e riprende la normale funzionalità. Per molti questo significa una nuova vita, poiché il corpo guarisce da solo e i sintomi spariscono. Il glutine si trova nei chicchi di frumento, segale, orzo e avena, che vengono utilizzati per produrre alimenti di uso quotidiano come pane, cereali da colazione, pasta, pizza, pasticcini, torte e biscotti.  Ma purtroppo non è così semplice, perché i cereali che contengono glutine vengono utilizzati anche come ingredienti per pastella e salse e si trovano in alcuni prodotti a base di carne come salsicce e hamburger. Riso, patate e granoturco non contengono glutine, inoltre oggi sono disponibili molti prodotti speciali senza glutine per le persone celiache.
 
Aiuto e consiglio
 
Seguire una dieta senza glutine può essere scomodo e richiedere parecchio tempo, ma una volta che la celiachia è stata diagnosticata, le persone hanno molti aiuti a disposizione. Un dietista qualificato può aiutarle a identificare gli alimenti giusti e a trovare il modo di costruirsi una dieta gradevole, bilanciata e adatta al proprio stile di vita. Esistono anche elenchi che contengono informazioni aggiornate su quali prodotti industriali sono privi di glutine e possono quindi essere inseriti senza rischi nella dieta. In molti Paesi ci sono associazioni ufficiali di celiachi4 che offrono gruppi di supporto a livello nazionale e una miniera di informazioni su tutti gli aspetti della malattia.
 
Si puo' prevenire?
 
Non si sa ancora perché alcune persone sviluppano la celiachia ma è chiaro che questa si ripresenta nelle stesse famiglie. Al momento l’unica azione preventiva raccomandata è quella di evitare di introdurre alimenti contenenti frumento nella dieta dei bambini almeno fino ai sei mesi di età.
 
Una migliore identificazione
 
Poiché probabilmente ci sono molte più persone intolleranti al glutine di quanto originariamente si pensasse, il dibattito si concentra su come migliorare la diagnosi. Alcuni suggeriscono di attivare screening di massa5, altri di sottoporre ad esami del sangue coloro che presentano sintomi come anemia, stanchezza cronica, sindrome da intestino irritabile o una storia familiare di celiachia1. Allo stesso tempo, l’autodiagnosi dovrebbe essere scoraggiata: l’adozione di una dieta priva di glutine “tanto per essere sicuri”, senza un aiuto professionale, può portare ad un’alimentazione squilibrata ed inadeguata e portare più danni che benefici.
 
Testi di riferimento
  1. Duggan JM (2004) Coeliac disease: the great imitator. Medical Journal of Australia 180:524-526
  2. Dube C Rostom A Sy R et al (2005) The prevalence of coeliac disease in average-risk and high-risk Western European populations: a systematic review. Gastroenterology 128(4 Suppl 1): S57-67
  3. http://www.eatwell.gov.uk
  4. Association of European Coeliac Societies provides website addresses for all its members see: http://www.aoecs.org
  5. Mearin ML Ivarsson A & Dickey W (2005) Coeliac disease: is it time for mass screening? Best Practice Research in Clinical Gastroenterology, 19 (3): 441-52
Podcast correlati
Buona salute, Alimenti funzionali, Carboidrati e fibre, Fibra alimentare, Obesità
Fibra alimentare, Buona salute, Obesità, Alimenti funzionali, Carboidrati e fibre
Alimentazione del bambino, Deficiencies, Obesità
SU EUFIC
European Food Information Council (EUFIC) è un'organizzazione senza fini di lucro che fornisce informazioni scientificamente corrette sulla sicurezza e la qualità alimentare, la salute e la nutrizione, ai media, ai professionisti della salute e dell'alimentazione, agli educatori e agli opinion leader, in modo comprensibile per i consumatori.

Leggi altro
Data ultimo aggiornamento del sito 28/08/2014
Visualizza tutti i risultati di ricerca