Fare clic qui per visitare la home page EUFIC
Sicurezza e qualità degli alimenti
Tecnologia alimentare
Food Risk Communication
Nutrizione
Salute e stile di vita
Malattie legate all'alimentazione
Consumer Insights
(Solo in inglese)
Food for thought
(Solo in inglese)
EU initiatives
(Parzialmente tradotto)
Sotto i riflettori
Energy Balance
Centro multimediale

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.



ALIMENTAZIONE OGGI 04/2013

In cerca di qualità: il processo scientifico peer review

Vi siete mai chiesti come venga controllato il lavoro degli scienziati ? Quando viene pubblicata una nuova scoperta, come sappiamo se è fondata ?

Prima che un’affermazione scientifica venga resa pubblica dovrebbe essere verificata per la sua credibilità. Gli scienziati sono giunti a conclusioni giustificabili, basati sui dati disponibili da ricerche scientifiche fondate?

Il processo peer review è una forma di controllo della qualità scientifica in cui gli scienziati aprono la loro ricerca alla valutazione di altri esperti nel campo (peers).1 Revisionando e criticando il lavoro gli uni degli altri, gli scienziati cercano di assicurare che solo le ricerche originali e fondate vengano pubblicate e riconosciute.

Come funziona?
Quando la ricerca viene inviata per la pubblicazione ad una rivista peer-reviewed, la rivista invita diversi (di solito due o più) esperti indipendenti per valutare la credibilità della ricerca.1 Questi esperti considerano i metodi scientifici, i risultati e le conclusioni presentate dagli autori, chiedendosi se la scienza sia tecnicamente fondata, se l’interpretazione sia correlata ai dati e se sia nuova, importante o rivoluzionaria.2

I revisori di solito rimangono anonimi, non vengono pagati per la loro valutazione e non dovrebbero avere alcun conflitto di interessi in relazione alla ricerca. Se un articolo non incontra i requisiti, basati sulle peer reviews, l’editore può rifiutarla o accettarla dopo adeguati cambiamenti, permettendo agli autori di rispondere e revisionare il loro articolo.

Perchè è importante?
Il processo peer review controlla che un articolo spieghi chiaramente come sia stata eseguita la ricerca, in modo tale che possa essere replicata da altri. Verifica inoltre, che la metodologia sia appropriata per quel campo specifico e per quei determinati obbiettivi. Un’altra parte cruciale del processo di revisione è stabilire l’originalità della nuova ricerca e l’accuratezza dei riferimenti delle ricerche pubblicate correlate, in particolare se queste la contrastano da vicino. La revisione è utile anche per coloro a cui il lavoro viene valutato; permette loro di ritoccare il proprio manoscritto prima della pubblicazione.2 Un manoscritto viene raramente accettato per la pubblicazione senza almeno una minima revisione.

Il processo peer review si prefissa essenzialmente di separare i fatti dalla speculazione e dall’opinione personale.2 Tuttavia, la ricerca peer-reviewed non è mai al di fuori di critiche e qualsiasi conclusione ottenuta deve essere considerata nel contesto di altri studi. Idealmente, gli esperimenti dovrebbero essere ripetuti per valutare se i risultati possono essere riprodotti; questo è come i risultati vengono realmente convalidati. La vera validazione, pertanto, avviene dopo la pubblicazione.

Ricerca non-peer-reviewed
Sfortunatamente, i risultati delle ricerche spesso diventano di dominio pubblico senza una peer review, e vengono diffusi tramite giornali, riviste, internet, televisione e radio. Potrebbero essere risultati non pubblicati presentati a conferenze stampa o risultati pubblicati da un giornale che non usa peer review. Persino le riviste che usano peer review contengono dei contenuti non-peer-reviewed, come editoriali e lettere all’editore. Sia gli scienziati che i giornalisti dovrebbero capire il significato e l’importanza delle peer review e chiarire se le ricerche che discutono sono state peer-reviewed o meno. Ci sono potenzialmente enormi costi sia per la scienza che per la società dalla promozione di scoperte scientificamente deboli o ricerche invalidate.

Un processo imperfetto
Il processo peer review non protegge dalla cattiva condotta. Può identificare errori, ma si basa sull’onestà e, come risultato, può non riconoscere una ricerca deliberatamente fraudolenta. Varie organizzazioni hanno prodotto linee guida di integrità sulla pratica di una buona ricerca con lo scopo di ridurre tali evenienze.3 D’altra parte, tematiche finanziarie o personali potrebbero alterare l’obbiettività e il giudizio di un revisore professionista. E’ vitale considerare in anticipo qualunque fattore che potrebbe portare all’errore.3 Secondo l’European Science Foundation, impedire e gestire tali conflitti di interesse è cruciale per assicurare l’equità e l’integrità.3

A volte vengono sollevate problematiche riguardo all’influenza dell’agenzia di raccolta fondi sul disegno dello studio o sull’interpretazione o il report dei risultati della ricerca. Il processo da credito alla ricerca, poichè l’articolo è stato controllato in modo indipendente e valutato in modo critico, comprendendo la corretta interpretazione scientifica dei risultati sulla base di altre prove esistenti- a prescindere da chi ha finanziato la ricerca.2

Esistono inevitabili variazioni negli standard tra le riviste. Un “Impact Factor” di una rivista riflette quanto spesso i suoi articoli vengono citati in altre riviste peer-reviewed e da alcune indicazioni sull’importanza della rivista nel suo campo- più alto è il numero, maggiore è l’impatto o l’influenza.

Il processo e la cultura del controllo reciproco del lavoro è in corso nel mondo scientifico. Una volta che l’articolo è stato pubblicato, sono possibili ulteriori critiche da parte della comunità scientifica tramite lettere all’editore della rivista, discussioni durante le conferenze o scambi diretti con i ricercatori dello studio in questione. Gli autori possono giustificare le loro scoperte e i difetti nascosti possono essere corretti o ritrattati.1,2 Questa è la natura della scienza; tutti i lavori sono aperti alle critiche di altri scienziati.

Bibliografia

  1. Science Media Centre (2012). Peer review in a nutshell: http://www.sciencemediacentre.org/wp-content/uploads/2012/09/Peer-Review-in-a-Nutshell.pdf
  2. Sense About Science (2004). Peer Review and the acceptance of new scientific ideas. London: Sense About Science. http://www.senseaboutscience.org/data/files/resources/17/peerReview.pdf
  3. European Science Foundation (2011). European peer review guide integrating policies and practices into coherent procedures. Strasbourg: European Science Foundation. http://www.vr.se/download/18.2ab49299132224ae10680001647/European+Peer+Review+Guide.pdf
SU EUFIC
European Food Information Council (EUFIC) è un'organizzazione senza fini di lucro che fornisce informazioni scientificamente corrette sulla sicurezza e la qualità alimentare, la salute e la nutrizione, ai media, ai professionisti della salute e dell'alimentazione, agli educatori e agli opinion leader, in modo comprensibile per i consumatori.

Leggi altro
Data ultimo aggiornamento del sito 28/06/2016
Visualizza tutti i risultati di ricerca