Fare clic qui per visitare la home page EUFIC
Sicurezza e qualità degli alimenti
Tecnologia alimentare
Food Risk Communication
Nutrizione
Salute e stile di vita
Malattie legate all'alimentazione
Consumer Insights
(Solo in inglese)
Food for thought
(Solo in inglese)
EU initiatives
(Parzialmente tradotto)
Sotto i riflettori
Energy Balance

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.



ALIMENTAZIONE OGGI 07/2004

Diabete e "Diabesity"

Food TodayVi sono due tipi fondamentali di diabete, il tipo 1 e il tipo 2. I casi di diabete, di entrambi i tipi, stanno aumentando negli adulti a livello mondiale. Secondo le ultime notizie, il diabete di tipo 2 è in aumento anche tra i bambini. Che cosa c'è dietro questo preoccupante fenomeno e che cosa si può fare a riguardo?

Nei soggetti affetti da diabete non curato, il livello del glucosio (lo zucchero contenuto nel sangue) può essere due o tre volte superiore alla norma. Nel diabete di tipo 1 questo accade perché c'è una carenza di insulina, ossia l'ormone prodotto dal pancreas per convogliare il glucosio nei muscoli e negli altri tessuti. Nel diabete di tipo 2, l'insulina è solitamente prodotta in quantità abbondanti, ma i muscoli che normalmente risponderebbero assorbendo il glucosio per utilizzarlo come energia o immagazzinarlo, diventano resistenti all'insulina e i livelli di glucosio nel sangue aumentano.

Diabete di tipo 1 o diabete insulino-dipendente

Il diabete di tipo 1 si manifesta solitamente nei bambini e si verifica quando le cellule del pancreas che producono insulina vengono distrutte da una reazione auto-immune. Non è ancora del tutto chiaro perché succede questo, ma si è riscontrato che i soggetti con una predisposizione genetica sono maggiormente a rischio e si è anche ipotizzato che la causa scatenante del processo possa essere un'infezione virale. Questo tipo di diabete si cura con iniezioni regolari di insulina e viene anche chiamato "diabete insulino-dipendente".

Diabete di tipo 2

Denominato in precedenza "diabete non-insulino dipendente", il diabete di tipo 2 era riscontrato soltanto nelle persone di mezza età e negli anziani. Recentemente, tuttavia, si è diffuso in tutte le fasce di età e viene attualmente diagnosticato in soggetti sempre più giovani con una predominanza di adolescenti e bambini obesi o gravemente obesi(1). I casi di Diabete di tipo 2 si verificano sia nei paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo. L'aumento dell'incidenza è motivo di preoccupazione, perché questa malattia non si dovrebbe manifestare nel bambino e potrebbe essere evitata con misure preventive(2).

Resistenza all'insulina

Quando i muscoli diventano insensibili o resistenti all'insulina, non riescono ad assorbire rapidamente il glucosio in circolazione nel sangue. Il pancreas reagisce producendo una quantità sempre maggiore di insulina per compensare. Quando il pancreas non ce la fa più a soddisfare la domanda sempre crescente di insulina, i livelli di glucosio nel sangue aumentano e si può sviluppare il diabete. Allora che cos'è, prima di tutto, la resistenza all'insulina?

Diabesity

E' noto da tempo che il sovrappeso e l'obesità sono malattie che possono portare al diabete di tipo 2 e che l'obesità è una condizione di resistenza all'insulina. In particolare, le persone affette da obesità centrale, in cui il grasso si concentra intorno alla vita, sono quelle con maggiori probabilità di diventare resistenti all'insulina. Non è una coincidenza che i casi di diabete di tipo 2 siano aumentati in linea con l'aumento globale dell'incidenza del sovrappeso e dell'obesità. Per questo il diabete di tipo 2 è soprannominato "diabesity".

Uno stile di vita sano

La diminuzione del peso corporeo e l'attività fisica sono misure di vitale importanza sia per la prevenzione che per la cura della "diabesity"(2). Anche una moderata perdita di peso può causare una netta riduzione della resistenza all'insulina e migliorare la gestione del glucosio da parte del corpo e il metabolismo generale. L'attività fisica offre un duplice vantaggio: oltre ad avere un ruolo fondamentale nel controllo del peso, svolge anche un'azione di miglioramento della sensibilità all'insulina e dell'assorbimento del glucosio, in particolare nei muscoli.

Il fattore materno

Vi sono anche prove convincenti del fatto che il diabete materno, compreso quello gestazionale che si sviluppa nella madre durante la gravidanza, incrementi la probabilità del bambino di sviluppare il diabete di tipo 2 in fasi successive della vita. Poiché l'obesità è un importante fattore di rischio modificabile per il diabete gestazionale, la prevenzione dell'obesità nelle donne in età feconda è una misura preventiva di grande interesse(1).

La prevenzione: una priorità

Il diabete è una malattia debilitante, che espone i malati a un maggior rischio di eventi cardiovascolari, problemi circolatori e ipertensione. L'aumento del diabete di tipo 2 o "diabesity" tra i bambini è fonte di particolare apprensione. La prevenzione, che passa attraverso l'adozione di un'alimentazione e uno stile di vita sani(2,3), deve avere la massima priorità e deve concentrarsi sulla diminuzione di:

  • rischio, incidenza e conseguenze del diabete di tipo 2 negli adulti a rischio;
  • sovrappeso e obesità nei bambini e nei giovani.

Riferimenti bibliografici

Podcast correlati
SU EUFIC
European Food Information Council (EUFIC) è un'organizzazione senza fini di lucro che fornisce informazioni scientificamente corrette sulla sicurezza e la qualità alimentare, la salute e la nutrizione, ai media, ai professionisti della salute e dell'alimentazione, agli educatori e agli opinion leader, in modo comprensibile per i consumatori.

Leggi altro
Data ultimo aggiornamento del sito 24/07/2014
Visualizza tutti i risultati di ricerca