Fare clic qui per visitare la home page EUFIC
Sicurezza e qualità degli alimenti
Tecnologia alimentare
Food Risk Communication
Nutrizione
Salute e stile di vita
Malattie legate all'alimentazione
Consumer Insights
(Solo in inglese)
Food for thought
(Solo in inglese)
EU initiatives
(Parzialmente tradotto)
Sotto i riflettori
Energy Balance

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.



ALIMENTAZIONE OGGI 10/2009

Migliorare gli interventi politici in modo da promuovere un’alimentazione corretta in Europa

Food TodayLe diete povere sono un’importante preoccupazione e una delle maggiori sfide di salute pubblica del ventunesimo secolo. Sono state lanciate molte campagne che promuovono un’alimentazione sana e l’attività fisica nel tentativo di rovesciare questo trend, ma si sono mostrate efficaci? Se no, come può essere migliorato? Il progetto EATWELL finanziato dall’Unione Europea è incaricato di trovare queste risposte.
Alimentazione malsana in Europea
 
Sovrappeso e obesità sono le manifestazioni più evidenti di diete scadenti, ma è importante anche la qualità del cibo. Le società occidentali consumano troppo poca frutta, verdura e acidi grassi Omega-3, mentre consumano invece troppi acidi grassi saturi, acidi grassi trans, sale e zucchero. 
 
Il sovrappeso (Indice di massa corporea (IMC) 25-29,9) colpisce il 30-80% degli adulti in Europa e in proporzione le persone che soffrono di obesità (IMC ≥ 30) sta crescendo in modo drammatico. In alcuni paesi (per es. Italia, Spagna)1 più di un adulto su quattro soffre di questo problema. Questo trend è particolarmente allarmante nelle persone giovani dato che circa il 20% dei bambini e degli adolescenti sono sovrappeso, mentre un terzo di questi è obeso.2
 
È riconosciuto che l’obesità ha un effetto negativo sulla qualità della vita, aumentando il rischio di contrarre altre malattie croniche (per es. malattie cardiache e diabete di tipo 2) e determinando potenziali morti premature. In accordo con l’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO), l’obesità è già responsabile del 10-13% delle morti in diverse parti d’Europa e del 2-8% dei costi legati alla salute.3 In più, il consumo eccessivo di sale, zucchero e grassi saturi e lo scarso consumo di frutta e verdura causa circa 70.000 morti premature ogni anno solo in Inghilterra.4 Infatti, diete scadenti, non solo hanno effetto sulla salute dei cittadini europei, ma aumentano anche il carico economico determinato dall’assenteismo, più alti costi di assicurazione e una maggior dipendenza ai servizi sanitari. In risposta, gli Stati Membri dell’Unione Europea (UE) hanno dato inizio a diversi interventi politici nazionali per incoraggiare l’attività fisica e un’alimentazione sana, come la promozione del consumo di frutta e verdura, etichettatura nutrizionale, norme per i pasti scolastici e per le mense del settore pubblico per assicurare un’proposta alimentare sana.
 
Tuttavia, raramente tali interventi sono stati presi in considerazione in modo sistematico.
 
Il progetto EATWELL
 
Il progetto EATWELL, ossia “Interventions to Promote Healthy Eating Habits: Evaluation and Recommendations”, è un progetto multi-centrico di 3,5 anni finanziato dalla Commissione Europea (a partire dall’Aprile 2009 fino ad Ottobre 2012). Ha lo scopo di fornire agli Stati Membri dell’UE le migliori direttive pratiche per sviluppare interventi politici appropriati che incoraggino un’alimentazione sana.
 
The project brings together nine consortium partners, including leading European universities, institutes, not-for-profit organisations as well as representatives of the food industry and communication agencies. They will work together and share their complementary expertise in consumer behaviour, nutrition, economics, communication and health policy.
 
Il progetto riunisce nove consorzi partner, incluse le massime università europee, istituti, organizzazioni no-profit, ma anche rappresentanti dell’industria alimentare e agenzie di comunicazione. Lavoreranno insieme e condivideranno le loro competenze riguardo il comportamento dei consumatori, la nutrizione, l’economia, la comunicazione e la politica sulla salute. 
 
Lezioni apprese dal passato
 
EATWELL identificherà interventi politici mirati alla nutrizione e alle buone abitudini alimentari, come pure le valutazioni delle campagne attinenti. C’è anche una quantità di dati secondari disponibili in Europa e oltre, che contengono ricche informazioni sugli aspetti legati alla qualità delle diete, che non sono state sfruttate nella valutazione politica sulla nutrizione e saranno incluse in questo studio. Questo fornirà al team dell’EATWELL una visione d’insieme sulle azioni intraprese e aiuterà ad identificare le lacune, come pure i fattori di successo e di fallimento per la campagna.
 
Alcuni interventi possono essere recepiti meglio di altri, e popolazioni differenti possono avere predisposizioni diverse riguardo un’alimentazione sana e riguardo il ruolo della politica nell’influenzare le scelte alimentari. In una seconda fase, il progetto EATWELL confronterà il consenso pubblico nei confronti di interventi alternativi, tra paesi e singole persone, con particolare focus su diversi sottogruppi della popolazione (per es. parenti contro non parenti, livello di educazione ecc.). L’EATWELL valuterà anche il consenso politico di altri stakeholder tra cui fabbricanti, rivenditori e associazioni non governative.
 
Il settore privato ha una considerevole esperienza con gli strumenti in grado di influenzare le scelte alimentari dei consumatori. Un’attenzione particolare sarà posta per questo motivo alle lezioni che si possono imparare dal settore privato e che sono applicabili a sforzi pubblici atti a promuovere un’alimentazione più sana.
 
Effetto degli interventi
 
Una volta individuate le campagne pubblicitarie e determinate le metodologie di valutazione, come anche i costi e i risparmi per la società, sarà valutato l’impatto di questi interventi sulla salute dei consumatori e sulla qualità della vita in modo da evidenziare il ritorno di investimento di tali campagne.
 
Migliorare il futuro delle politiche per un’alimentazione corretta
 
Basandosi su questa analisi i partner del consorzio svilupperanno un range di modelli sul comportamento dei consumatori, metodi armonizzati per la valutazione degli interventi e faranno raccomandazioni da usare nella valutazione di interventi politici futuri. Una guida pratica indicherà azioni appropriate e accettabili a livello europeo e degli stati membri e la loro trasferibilità attraverso le culture.  
 
 
Bibliografia
  1. Berghöfer A et al. (2008). Obesity prevalence from a European perspective: a systematic review. BMC Public Health 8:200.
  2. WHO Europe (2007). The challenge of obesity in the WHO European Region and the strategies for response.
  3. WHO Europe website. Obesity section.
  4. UK Cabinet Office Strategy Unit (2008). Food Matters: Towards a strategy for the 21st Century.
Podcast correlati
Obesità, Comportamento alimentare, Healthy eating, Scelta degli alimenti, Attività fisica
Grassi, Malattie legate all'alimentazione, Healthy eating, Scelta degli alimenti, Omegas, Acidi grassi transgenici
DOMANDE POSTE PIÙ FREQUENTEMENTE (Solo in inglese)
SU EUFIC
European Food Information Council (EUFIC) è un'organizzazione senza fini di lucro che fornisce informazioni scientificamente corrette sulla sicurezza e la qualità alimentare, la salute e la nutrizione, ai media, ai professionisti della salute e dell'alimentazione, agli educatori e agli opinion leader, in modo comprensibile per i consumatori.

Leggi altro
Data ultimo aggiornamento del sito 23/07/2014
Visualizza tutti i risultati di ricerca