Fare clic qui per visitare la home page EUFIC
Sicurezza e qualità degli alimenti
Tecnologia alimentare
Food Risk Communication
Nutrizione
Salute e stile di vita
Malattie legate all'alimentazione
Consumer Insights
(Solo in inglese)
Food for thought
(Solo in inglese)
EU initiatives
(Parzialmente tradotto)
Sotto i riflettori
Energy Balance

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.



Progetti EU supplemento 03/2012

La politica può creare un’Europa più sana?

L’impatto delle scelte politiche effettuate per intervenire in modo salutare sull’alimentazione devono essere sistematicamente valutate al fine di stabilire cosa funziona e cosa no. Il progetto Eatwell (Interventi per promuovere sane abitudini alimentari: valutazione e raccomandazioni) ha lo scopo di individuare i successi, i fallimenti e le incertezze di tali campagne. I risultati di questo progetto finanziato dal settimo quadro dell’UE saranno utilizzati per fornire consulenza ai politici per la creazione di interventi di politica alimentare di maggior successo.

Gli ultimi due decenni hanno visto l'obesità, le diete squilibrate (troppo ricche di grassi saturi e grassi trans e sale, troppo povere di frutta e verdura) e le malattie ad esse associate diventare un serio problema di salute pubblica, costringendo gli Stati membri dell'Unione europea ad avviare varie campagne politiche nazionali atte ad incoraggiare l'attività fisica e un'alimentazione più sana. Nel 2007, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha chiesto l'attuazione delle azioni concertate per incoraggiare un'alimentazione sana e una maggiore attività fisica.1 Il lancio del secondo piano d'azione per la politica dell’alimentazione e della nutrizione dell’OMS degli anni 2007-2012 ha sostenuto il monitoraggio e la valutazione di ogni scelta politica o programma sull’allimentazione.2

Interventi politici e le loro valutazioni nell'UE
Il team internazionale di ricercatori del programma Eatwell ha consultato siti web governativi, banche dati, riviste, politici e funzionari pubblici per identificare oltre 100 interventi politici in Europa. Questi sono stati suddivisi in due grandi categorie: quelli che sostengono una scelta più consapevole, fornendo informazioni o istruzioni, come ad esempio l'etichettatura degli alimenti e il marketing sociale e coloro che cercano di cambiare il contesto di mercato modificando i prezzi, la disponibilità di cibo, come ad esempio imporre tasse sui prodotti alimentari o di fornire buoni per i consumatori svantaggiati.3

Valutazione dell'efficacia delle scelte politiche
Il programma Eatwell inoltre ha esaminato le informazioni disponibili e utilizzato dati derivanti per procedere ad analizzare nuove politiche e ottenere una più profonda comprensione di ciò che funziona.

Il lavoro ha evidenziato un basso livello di valutazione delle scelte politiche da parte di responsabili delle politiche e la mancanza di raffinatezza nelle strategie utilizzate. Ha inoltre rilevato che, sebbene siano necessarie misure di informazione per una scelta informata, le stesse hanno un impatto limitato sulle diete. Gli atteggiamenti e le conoscenze sono migliorati, ma le modifiche del comportamento si verificano lentamente. Misure che modificano il mercato, invece, sono più efficaci, ma possono essere considerate 'interventiste'.

C'è una tendenza generale meno controversa verso l'informazione e le azioni educative. Fino a poco tempo fa, azioni politiche e diverse campagne di informazione erano limitate a pochi casi nei paesi scandinavi e nel Regno Unito, mentre la Francia si è aggiunta recentemente. I paesi mediterranei e le economie in transizione hanno solo una storia recente di azione politica a riguardo, per lo più limitata a misure di informazione e di educazione.

Alcune politiche sono risultate quasi assenti in Europa, come le informazioni nutrizionali sui menu, le misure fiscali e le informazioni relative agli standard alimentari. L’applicazione di misure fiscali, quali tasse sui grassi, è solo agli inizi in Europa, tuttavia le prove raccolte al di fuori dell'Europa suggeriscono che queste misure causano esigue risposte comportamentali, ma ingenti entrate fiscali. La riformulazione degli alimenti, ottenuta principalmente attraverso un'azione volontaria e di collaborazione pubblico/privato, ha ridotto l'assunzione di grassi trans e sale.4

Imparare dal settore privato
Il progetto ha inoltre preso in considerazione le capacità di marketing del settore privato. L’analisi di 27 casi di marketing di prodotti alimentari di successo ha identificato i fattori chiave del successo della commercializzazione dei prodotti alimentari che potrebbero essere trasferiti al settore pubblico. Un sondaggio effettuato a 31 esperti ha consentito di individuare le sfide, le risorse e le competenze necessarie per trasferire i risultati per la promozione della salute pubblica.

La ricerca suggerisce che i programmi pubblici per un'alimentazione più sana potrebbero beneficiare di:

  • Rafforzamento della ricerca sulla situazione dei cittadini e sulle tendenze attuali.
  • Aumentare il coinvolgimento dei cittadini.
  • Diminuzione degli ostacoli nei rapporti tra pubblico-privato e aumentando gli stessi.
  • Sottolineando a breve termine comportamenti non-benefici per la salute.
  • Rafforzando le campagne pubbliche con l'aggiunta di un appello emotivo e creando un forte collegamento con valori comuni.


Riscontro pubblico
Una parte cruciale del progetto Eatwell è stato quello di valutare se le politiche sanitarie fossero accettate dai vari gruppi di popolazioni, l'accettazione è di vitale importanza per il loro successo. Sono state effettuate oltre 3.000 interviste on-line in Italia, Regno Unito, Belgio, Danimarca e Polonia per indagare l'accettazione pubblica, e la volontà di pagare per il miglioramento potenziale delle misure esistenti o di nuove misure.

L'indagine ha rilevato che l’educazione nelle scuole e i requisiti di etichettatura sono le politiche più supportate in tutto il mondo, mentre il divieto per i distributori automatici nelle scuole, per la pubblicità per gli adulti e la regolamentazione dei pasti sul luogo di lavoro sono meno supportati. Le percentuali di accettazione erano simili in tutti i paesi, sebbene in Italia fossero leggermente superiori e in Danimarca fossero leggermente inferiori. La Danimarca ha mostrato un sostegno generalmente basso per le sane politiche alimentari, ma un maggiore sostegno per le tasse sui grassi.

Risultati
Il coordinatore del progetto Eatwell, il professor Bruce Traill della Reading University, ha spiegato: "Eatwell raccomanderà interventi appropriati per gli Stati membri e l'UE sulla base delle valutazioni degli interventi pubblici e della loro accettabilità da parte delle parti interessate, nonce sulla base delle lezioni tratte dal settore privato".

Ulteriori informazioni, i podcast e tutte le pubblicazioni scientifiche di EATWELL sono disponibili all’idirizzo: http://www.eatwellproject.eu

Bibliografia

  1. World Health Organization (2007). The Challenge of Obesity in the WHO European Region and the Strategies for Response, Copenhagen, Denmark.
  2. World Health Organization (2008). WHO European Action Plan for Food and Nutrition Policy 2007–2012, Copenhagen, Denmark.
  3. Traill WB et al. (2010). Interventions to Promote Healthy Eating Habits: Evaluation and Recommendations. Obes Rev 11(12):895-898.
  4. Capacci et al. (2011). Policies to promote healthy eating in Europe: A structured review of instruments and their effectiveness. Nutr Rev ISSN 1753-4887. Article first published online: 1 FEB 2012. doi:10.1111/j.1753-4887.2011.00442.x.
SU EUFIC
European Food Information Council (EUFIC) è un'organizzazione senza fini di lucro che fornisce informazioni scientificamente corrette sulla sicurezza e la qualità alimentare, la salute e la nutrizione, ai media, ai professionisti della salute e dell'alimentazione, agli educatori e agli opinion leader, in modo comprensibile per i consumatori.

Leggi altro
Data ultimo aggiornamento del sito 24/07/2014
Visualizza tutti i risultati di ricerca