Fare clic qui per visitare la home page EUFIC
Sicurezza e qualità degli alimenti
Tecnologia alimentare
Food Risk Communication
Nutrizione
Salute e stile di vita
Malattie legate all'alimentazione
Consumer Insights
(Solo in inglese)
Food for thought
(Solo in inglese)
EU initiatives
(Parzialmente tradotto)
Sotto i riflettori
Energy Balance

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.



ALIMENTAZIONE OGGI 04/1998

Cosa si intende per nutrizione? (Terza parte)

Food TodayProsegue l'indagine su alimentazione e salute, con l'analisi di uno dei principali problemi di origine alimentare: la carenza di ferro.

La carenza di ferro, o anemia come viene comunemente chiamata con riferimento agli esseri umani, è la carenza di micronutrienti più diffusa nel mondo: interessa 1,2 miliardi di persone, vale a dire il 20% della popolazione mondiale.

Il nostro organismo assorbe circa un terzo del ferro di cui ha bisogno dal cosiddetto "ferro eme", contenuto soltanto nella carne e nel pesce. La maggior parte del fabbisogno di ferro, tuttavia, proviene da fonti "non eme", in particolare cereali e verdure. Il problema principale legato al ferro "non eme" è che, al contrario del ferro eme, viene assorbito dal nostro organismo in quantità minime. Molti componenti della nostra dieta, come l'acido fitico (elemento delle fibre alimentari), l'acido ossalico (composto contenuto in alcune verdure) e i minerali (come il calcio), ne inibiscono infatti l'assorbimento, mentre poche sono le sostanze nutrienti, la più efficace tra queste è la vitamina C, che lo favoriscono. Il ferro che viene utilizzato per arricchire gli alimenti è sempre in forma "non eme". Aggiungere ferro agli alimenti non è quindi sufficiente per sconfiggere l'anemia: questa misura pu" presentare diversi svantaggi sia per il consumatore (quantità eccessive o tossiche, e gusto intollerabile), sia per gli stessi prodotti (irrancidimento dei grassi). I produttori di cibo devono tenere presente la cosa più importante, ovvero che la fonte di ferro utilizzata per arricchire gli alimenti possa essere generalmente ben assorbita dall'organismo: gli elementi che ne inibiscono l'assorbimento devono essere ridotti al minimo, mentre quelli che lo potenziano aumentati il più possibile.

I consumatori dovrebbero quindi seguire una dieta contenente ferro "eme" e ferro "non eme" in quantità opportunamente bilanciate.

Diffusione della carenza di ferro

Percentuale stimata di anemia

  Bambini Bambini Donneb>
0-4 anni 5-12 anni -49 anni
Mondo 43 37 35
Asia del sud 56 50 58
Africa 56 49 44
America latina 26 26 17
Paesi industrializzati 12 7 11

 

Podcast correlati
SU EUFIC
European Food Information Council (EUFIC) è un'organizzazione senza fini di lucro che fornisce informazioni scientificamente corrette sulla sicurezza e la qualità alimentare, la salute e la nutrizione, ai media, ai professionisti della salute e dell'alimentazione, agli educatori e agli opinion leader, in modo comprensibile per i consumatori.

Leggi altro
Data ultimo aggiornamento del sito 01/09/2014
Visualizza tutti i risultati di ricerca