Fare clic qui per visitare la home page EUFIC
Sicurezza e qualità degli alimenti
Tecnologia alimentare
Food Risk Communication
Nutrizione
Salute e stile di vita
Malattie legate all'alimentazione
Consumer Insights
(Solo in inglese)
Food for thought
(Solo in inglese)
EU initiatives
(Parzialmente tradotto)
Sotto i riflettori
Energy Balance

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.



ALIMENTAZIONE OGGI 04/2003

Alimenti OGM - il dibattito prosegue

Food TodayIl dibattito sugli alimenti geneticamente modificati (OGM) è in corso ormai da alcuni anni e gran parte della discussione ha riguardato la loro sicurezza alimentare. Grazie alla ricerca scientifica, alla migliorata comprensione della tecnologia e alle nuove norme, la maggioranza delle parti coinvolte nel dibattito OGM oggi concorda sul fatto che gli alimenti e gli ingredienti provenienti dalle attuali coltivazioni geneticamente modificate sembrano non presentare un rischio per la salute umana.

Valutazione sulla sicurezza

Un punto cruciale su cui soffermarsi quando si considera la sicurezza degli alimenti OGM è il fatto di esaminare l’alimento così come viene consumato e non solo in relazione al suo processo di produzione. Ciò significa che le proprietà e la sicurezza complessiva dell’alimento devono essere valutate allo stesso modo degli alimenti prodotti usando i metodi convenzionali. La legislazione dell’Unione Europea richiede che i prodotti OGM siano sottoposti ad una rigorosa valutazione della loro sicurezza prima che venga rilasciata l’autorizzazione al consumo umano.

L’Unione Europea e le organizzazioni WHO (Organizzazione Mondiale della Sanità) e FAO (Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura) delle Nazioni Unite si sono accordate sull’adozione del principio della “sostanziale equivalenza”, considerandolo come l’approccio più pratico per la valutazione della sicurezza degli alimenti e degli ingredienti alimentari OGM.

La "sostanziale equivalenza” si concentra sul prodotto piuttosto che sul processo di produzione. È una rigorosa procedura che comprende una lista dettagliata di parametri e caratteristiche da tenere in considerazione, tra cui la caratterizzazione molecolare della modificazione genetica, la definizione agronomica e le valutazioni nutrizionali e tossicologiche.

L’approccio della “sostanziale equivalenza” riconosce che l’obiettivo della valutazione non può essere quello di stabilire la sicurezza assoluta di un prodotto. La conclusione importante è che se, dopo la valutazione, la sicurezza del nuovo prodotto è paragonabile (sostanzialmente equivalente) alla sua controparte convenzionale, allora il livello di “rischio” è equiparabile a quello degli alimenti che abbiamo consumato senza problemi per migliaia di anni. Tuttavia, se il prodotto OGM presenta nuove peculiarità o caratteristiche che lo rendono non più sostanzialmente equivalente (come, ad esempio, un livello più alto di una vitamina), allora viene richiesta un’ulteriore valutazione. Questa analisi si concentra sugli effetti che la nuova caratteristica introdotta potrebbe avere sulla sicurezza del nuovo alimento e può comprendere vari tipi di test per verificare la sicurezza.

Guardando avanti

Il dibattito sugli OGM è ancora lontano dalla conclusione. Diverse questioni ambientali e la valutazione della sicurezza delle future generazioni di prodotti OGM, con caratteristiche specifiche, sono solo alcuni degli aspetti che continueranno a suscitare discussione, ricerche e sperimentazioni.

È ad ogni modo evidente che sono stati fatti molti progressi sulla via della definizione di un accordo generale sulla sicurezza alimentare. Poiché il numero dei prodotti OGM disponibili sul mercato aumenta lentamente, i consumatori possono essere rassicurati sul fatto che tali alimenti sono stati assoggettati ad una rigorosa valutazione e che le autorità competenti di tutto il mondo concordano sulla loro sicurezza per la salute umana.

Esistono prove che dimostrano che gli alimenti OGM “difficilmente rappresentano un rischio per la salute umana” e, di conseguenza, “questi alimenti possono essere consumati”Dr. Gro Harlem Brundtland, Direttore Generale WHO, 28 agosto 2002
Dr Gro Harlem Brundtland, WHO Director-General, 28 Aug 2002.“L’attuale ricerca scientifica conferma la sicurezza degli alimenti OGM”Dr. Jacques Diouf, Direttore Generale FAO, 30 agosto 2002

Riferimenti bibliografici

  • FAO/WHO (1991) Strategies for assessing the safety of foods produced by biotechnology. Report of a joint FAO/WHO Consultation. WHO. Switzerland.
  • OECD (1993) Safety evaluation of foods produced by modern biotechnology: concepts and principles. OECD, Paris, France.
  • Genetic Modification and Food. Consumer Health and Safety. ILSI Europe Concise Monograph Series, 2001
  • WHO, Food Safety Programme, 20 Questions on genetically modified (GM) foods, 2002
SU EUFIC
European Food Information Council (EUFIC) è un'organizzazione senza fini di lucro che fornisce informazioni scientificamente corrette sulla sicurezza e la qualità alimentare, la salute e la nutrizione, ai media, ai professionisti della salute e dell'alimentazione, agli educatori e agli opinion leader, in modo comprensibile per i consumatori.

Leggi altro
Data ultimo aggiornamento del sito 17/04/2014
Visualizza tutti i risultati di ricerca