Fare clic qui per visitare la home page EUFIC
Sicurezza e qualità degli alimenti
Tecnologia alimentare
Food Risk Communication
Nutrizione
Salute e stile di vita
Malattie legate all'alimentazione
Consumer Insights
(Solo in inglese)
Food for thought
(Solo in inglese)
EU initiatives
(Parzialmente tradotto)
Sotto i riflettori
Energy Balance

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.



ALIMENTAZIONE OGGI 09/2000

Pomodori: cosa c’è di nuovo?

Food TodayI ricercatori inglesi, in collaborazione con i loro colleghi giapponesi e tedeschi, hanno selezionato e prodotto dei pomodori tre volte più ricchi del normale di beta-carotene, elemento essenziale per la salute.

I carotenoidi sono un gruppo di pigmenti vegetali che conferiscono a frutta, verdura e fiori i colori dal giallo al rosso. Uno di questi, il beta-carotene, viene trasformato dal corpo umano in vitamina A, un nutriente chiave, la cui insufficienza è stata associata a malattie vascolari delle coronarie, ad alcuni tipi di tumore e alla degenerazione maculare, una malattia dell’occhio che può portare alla cecità. Le ricerche suggeriscono inoltre che apporti più elevati di beta-carotene potrebbero giovare al sistema immunitario e ridurre i danni della pelle causati dall’esposizione ai raggi solari. L’UNICEF ha stimato che, grazie all’assunzione di maggiori quantità di vitamina A, ogni anno potrebbero essere salvati uno/due milioni di bambini di età compresa tra uno e quattro anni.

Il pomodoro e i suoi derivati (es. succo, creme, salse e ketchup) sono una importante risorsa di carotenoidi. I pomodori contengono inoltre altri elementi nutritivi importanti quali la Vitamina E, la Vitamina C e i flavonoidi. La maggioranza delle persone, comunque, consuma meno di cinque porzioni di frutta e verdura, che sono la quantità giornaliera raccomandata.

Un modo per incrementare l’assunzione di carotenoidi è quello di aumentare il loro contenuto nella frutta e nella verdura. Per ottenere questo risultato, è necessario capire come le piante controllino la formazione e l’accumulo dei carotenoidi utilizzando la biochimica, la biologia molecolare e il microscopio elettronico. Data la richiesta di mercato e le proprietà salutari del pomodoro, incrementarne il contenuto nutritivo è un obiettivo importante per questo tipo di ricerca.

Il Professor Peter Bramely e la sua équipe del Royal Holloway, Università di Londra, hanno modificato il modo in cui i pomodori producono i carotenoidi inserendo il gene di un batterio.

Il gene converte il composto fitogene in licopene, che dà il colore rosso ai pomodori, e questo a sua volta è coinvolto nella produzione di beta-carotene. Il pomodoro risultante contiene betacarotene in concentrazione 3,5 volte superiore a quella normale. Questa modificazione non ha effetti sulla crescita o lo sviluppo della pianta e può essere tramandata alle successive generazioni.

I ricercatori sostengono che aumentare la quantità di beta-carotene e altri carotenoidi nel cibo è generalmente più efficace dell’assunzione di integratori, dal momento che altri elementi nutritivi agiscono sinergicamente con i carotenoidi. È dimostrato inoltre che i pomodori lavorati e in scatola e i derivati del pomodoro sono una fonte migliore di nutrienti perché aumentano l’assorbimento dei carotenoidi a livello intestinale.

Il Professor Bramley sottolinea che questi pomodori non sono ancora disponibili sul mercato e che, prima di poter prendere in considerazione tale eventualità, si dovranno concludere positivamente i test per determinare la loro sicurezza per l’alimentazione umana.

Podcast correlati
Alimentazione del bambino, Deficiencies, Obesità
SU EUFIC
European Food Information Council (EUFIC) è un'organizzazione senza fini di lucro che fornisce informazioni scientificamente corrette sulla sicurezza e la qualità alimentare, la salute e la nutrizione, ai media, ai professionisti della salute e dell'alimentazione, agli educatori e agli opinion leader, in modo comprensibile per i consumatori.

Leggi altro
Data ultimo aggiornamento del sito 30/07/2014
Visualizza tutti i risultati di ricerca