Ruolo delle indicazioni e dei simboli relativi alla salute sul comportamento dei consumatori: Ma i consumatori fanno veramente quello che dichiarano di fare?

Last Updated : 06 October 2016

Incoraggiare i consumatori a comprare prodotti alimentari più sani è un modo per migliorarne l'alimentazione. Le indicazioni e i simboli sulla salute riportati sulle confezioni alimentari sono pensati per aiutare il consumatore a compiere scelte salutari, ma il loro impatto non è del tutto conosciuto. È per questa ragione che è stato avviato il progetto CLYMBOL ("Ruolo delle indicazioni e dei simboli relativi alla salute sul comportamento dei consumatori") il cui obiettivo è studiare l'influsso delle indicazioni e dei simboli sulla salute. Le conclusioni del progetto di ricerca, che è stato finanziato dalla Commissione europea, sono ora disponibili.

Ma i consumatori fanno veramente quello che dichiarano di fare?

I consumatori in genere sono consapevoli dell'importanza di un'alimentazione sana e nutriente. Nei sondaggi di opinione, dichiarano interesse per le informazioni nutrizionali. Tuttavia, nonostante dichiarino di apprezzare le indicazioni e i simboli sulla salute, e di prestarvi attenzione quando fanno la spesa, non esiste alcuna prova che queste parole si traducano poi in atti concreti.

È per questo motivo che il progetto CLYMBOL ha analizzato la possibile esistenza di un gap tra preferenze dichiarate e preferenze attuate per quanto riguarda le indicazioni e i simboli sulla salute. Per questo è stato ritenuto opportuno mettere a confronto l'uso autodichiarato delle indicazioni con i comportamenti di acquisto reali.

Quello che le persone dicono si riflette nelle loro azioni

I risultati suggeriscono che le preferenze dichiarate (quello che le persone dicono) è importante ai fini del comportamento di acquisto (quello che le persone fanno). Le persone che dichiarano di apprezzare i simboli sulla salute "Keyhole" (vedi spiegazione più in basso) sono più inclini di altre ad acquistare prodotti recanti questi simboli e in generale acquistano più prodotti recanti simboli sulla salute. Non è però stato osservato il contrario negli altri casi. Infatti, le persone che preferiscono prodotti non recanti simboli "Keyhole", li acquistano comunque.

Non è stata riscontrata alcuna differenza significativa tra parole e comportamenti in funzione dell'indice di massa corporea dell'acquirente. Gli acquirenti affetti da sovrappeso o obesità hanno dimostrato la stessa coerenza tra preferenze dichiarate e preferenze attuate di coloro che avevano un indice di massa corporea basso o normale. Inoltre, i risultati suggeriscono che coloro che hanno acquistato un minor numero di prodotti sani sono in generale meno inclini ad acquistare prodotti "Keyhole". Pertanto, se i decisori politici desiderano aumentare le vendite di prodotti alimentari sani, è importante rafforzare la consapevolezza e migliorare le attitudini nei confronti dei simboli sulla salute. Le misure da intraprendere per spingere le persone con obesità o sovrappeso ad acquistare un maggior numero di prodotti sani sono identiche a quelle rivolte al resto della popolazione.

Inoltre, la correlazione positiva tra prodotti alimentari complessivamente sani e quantità di prodotti "Keyhole" suggerisce che questi ultimi sono acquistati in maggioranza da famiglie che hanno già adottato uno stile di vita più sano. Ciò dimostra che una delle sfide più importanti è quella di spingere verso alternative di consumo più sane coloro che ne sono ancora distanti.

Lo studio

Questi risultati provengono dai dati raccolti in oltre sette anni da un campione di 2500 consumatori danesi che hanno registrato quotidianamente i prodotti alimentari acquistati, il prezzo e il luogo di acquisto.

I dati sono stati integrati con informazioni nutrizionali sui prodotti e con informazioni relative alla presenza sulle confezioni dei prodotti del simbolo "Keyhole".

Inoltre, i dati includono anche le risposte fornite a un questionario relativo all'uso del simbolo "Keyhole". I risultati mettono a confronto sei categorie diverse, come cereali per colazione e zuppe, anche per comprendere se i risultati cambiano in base al tipo di prodotto alimentare.

 

Il Keyhole è un sistema di etichettatura nutrizionale adottata nei paesi scandinavi che segnala le scelte più sane in 13 categorie di prodotti alimentari come pane e pasta, frutta e verdure.

I produttori possono stampare il relativo simbolo sul lato anteriore della confezione se il prodotto soddisfa determinati criteri, che sono diversi per ogni categoria di alimento. In Danimarca non esiste un sistema di registrazione centralizzato delle etichette nutrizionali o relative alla salute, ma l'Amministrazione veterinaria e alimentare danese (VFA) esegue controlli regolari.

Il Keyhole è molto conosciuto in Danimarca. Nel paese 9 persone su 10 conoscono il logo, e 6 su 10 ne conoscono il principale messaggio.

Ulteriori informazioni

Sito web del progetto CLYMBOL: http://www.clymbol.eu/

Hieke S, Kuljanic N, Wills JM, Pravst I, Kaur A, Raats MM, van Trijp HCM, Verbeke W, Grunert KG. The role of health-related claims and health-related symbols in consumer behaviour: Design and conceptual framework of the CLYMBOL project and initial results. Nutrition Bulletin 2015, 40(1), 66. (Open Access)

Hieke, S.; Kuljanic, N.; Pravst, I.; Miklavec, K.; Kaur, A.; Brown, K.A.; Egan, B.M.; Pfeifer, K.; Gracia, A.; Rayner, M. Research paper: Prevalence of Nutrition and Health-Related Claims on Pre-Packaged Foods: A Five-Country Study in Europe. Nutrients 2016, 8, 137. (Open Access)

Part 1
Part 2

Il progetto CLYMBOL ("Ruolo delle indicazioni e dei simboli relativi alla salute sul comportamento dei consumatori") è stato finanziato dal Settimo Programma Quadro della Comunità europea (Contratto n°311963).