Legislazione sul biologico – dovremmo fidarci del logo?

Last Updated : 23 January 2019

Il logo biologico dell'UE, pur essendo ben riconosciuto dai consumatori, non ispira un alto livello di fiducia, come dimostrato dalla ricerca condotta dal progetto Strength2Food, finanziato dall'UE. 1 Questa mancanza di fiducia è dovuta in gran parte alle scarse conoscenze su come funziona il sistema della produzione biologica. Questo articolo risponde ad alcune domande su come viene gestito il sistema di produzione biologica in Europa nel suo insieme, e negli Stati membri.

Chi è responsabile della gestione della produzione di cibo biologico nell'UE?

La Commissione europea

La Direzione Generale dell'Agricoltura e dello Sviluppo Rurale (DG AGRI) è responsabile dello sviluppo e della gestione delle politiche sulla produzione di cibi biologici in Europa. La DG AGRI gestisce il Comitato di Regolamentazione per la produzione biologica, che comprende rappresentanti degli Stati membri, nonché un gruppo di esperti per la consulenza tecnica.

L'esecuzione dei controlli ufficiali sulla produzione biologica è la responsabilità della Direzione Generale della Salute e della Sicurezza Alimentare (DG SANTE). Per assicurare che la produzione di cibi biologici sia armonizzata in tutta Europa, la DG SANTE valuta se gli Stati membri seguono le norme per la produzione di cibi biologici.

Stati membri

Sebbene la legge e le politiche relative alla produzione biologica vengano sviluppate a livello dell'UE, i singoli Stati membri sono responsabili della creazione di sistemi di controllo che monitorano l'aderenza alle norme.2 Gli Stati membri possono scegliere di istituire sistemi di controllo pubblici, privati o misti. Secondo la legislazione dell'UE, gli organismi di controllo devono disporre della competenza, delle attrezzature, e dell'infrastruttura per garantire il corretto funzionamento del sistema biologico. Almeno una volta all'anno, le autorità nazionali di regolamentazione controllano i produttori biologici, e agiscono se le norme non vengono rispettate. Attualmente, esistono 250 organizzazioni di controllo pubbliche e private che sorvegliano la produzione biologica in tutta l'UE.3

Le importazioni sono regolamentate?

I cibi biologici prodotti al di fuori dell'Europa vengono spesso trovati sugli scaffali dei supermercati e sempre di più anche nei mercati all'aperto. Per poter vendere prodotti con l'etichetta 'biologico', i paesi esportatori devono integrare i principi e le norme di produzione biologica dell'UE nei loro regolamenti. Inoltre, il controllo e il monitoraggio devono essere equivalenti a quelli applicati in tutta l'UE. Argentina, Australia, Canada, Costa Rica, Cile, India, Israele, Giappone, Svizzera, Tunisia, Stati Uniti, Nuova Zelanda, e la Repubblica di Corea hanno accordi con la Commissione europea in merito all'importazione di prodotti biologici nell'UE e presentano, su base annuale, relazioni dettagliate sui loro sistemi di produzione biologica. 4, 5

Cosa succede in caso di inadempienza?

Se un produttore biologico non rispetta le norme sulla produzione biologica, le autorità di controllo provvedono affinché i prodotti vengano ritirati o reimballati senza l'etichetta biologica e che non siano commercializzati come tali.6 Se un produttore continua a non rispettare le norme, gli può essere proibito di vendere prodotti alimentari biologici nell'UE.

References

  1. Hartmann M, et al. (2018). Quantitative research findings on European consumers’ perception and valuation of EU food quality schemes as well as their confidence in such measures. Strength2Food Project.
  2. EC Regulation 834/2007. Council Regulation 834/2007/EC of 28 June 2007 on organic production and labelling of organic products. Official Journal of the European Union L189, 20.07.2007:1-23.
  3. The European Commission (2015). List of Control Bodies and Control Authorities in the Organic Sector.
  4. EC Regulation 1235/2008, Annex III. Commission Regulation 1235/2008/EC of 8 December 2008 laying down detailed rules for implementation of Council Regulation (EC) No 834/2007 as regards the arrangements for imports of organic products from third countries.
  5. European Court of Auditors (2018). Background paper on Organic Food in the EU. Luxembourg City, Luxembourg.
  6. EC Regulation 834/2007. Council Regulation 834/2007/EC of 28 June 2007 on organic production and labelling of organic products. Official Journal of the European Union L189, 20.07.2007:1-23.