Norme igieniche per il consumo di frutta e verdura fresca

Last Updated : 01 September 2000

Una dieta ricca di frutta e verdura fresca è importante per mantenersi in buona salute; ciononostante, il consumo di prodotti freschi può talvolta rappresentare la causa di intossicazioni alimentari. In alcuni succhi non pastorizzati è stato trovato E. coli O157:H7, nel cavolo è stata individuata la Listeria.

Se rispettate alcune regole igieniche di base, potrete gustare una grande varietà di frutta e verdura fresca in tutta sicurezza. Dal momento che la frutta e la verdura fresca non vengono cotte, tutto ciò che rimane sulla loro superficie dopo essere venute a contatto con agenti esterni verrà ingerito. Questo comprende i microrganismi contenuti nei concimi organici e nell’acqua usata per l’irrigazione e per il primo lavaggio, i microbi presenti sulle mani di chi raccoglie il prodotto, sui contenitori e sui veicoli utilizzati per conservarlo e per trasportarlo e, infine, gli escrementi degli uccelli che volano sopra i campi.

Per ridurre il rischio di contaminazione microbiologica si possono adottare le seguenti misure precauzionali:

  • Quando fate la spesa, scegliete frutta e verdura dall’aspetto fresco e in buone condizioni; evitate i prodotti che abbiano odore di vecchio o che siano chiaramente danneggiati o ammuffiti. Non acquistate verdure confezionate che abbiano del liquido nel sacchetto, anche se talvolta un minimo di condensa nelle confezioni di insalata pronta può essere normale.
  • Maneggiate con cura i prodotti: persino quelli che sembrano più resistenti possono ammaccarsi. Comprate solo ciò di cui avete bisogno. Alcuni tipi di frutta e verdura, come le mele e le carote, possono essere conservati, ma la maggior parte dei prodotti deve essere consumata entro pochi giorni.
  • Riponete subito i prodotti in un frigorifero freddo (5°) e pulito. Banane, pomodori, o altra frutta che ha bisogno di maturare ulteriormente può essere conservata a temperatura ambiente.
  • Leggete e seguite le istruzioni sulle etichette di frutta e verdura confezionate, come ad esempio “tenere in frigorifero”, “consumare entro...” o “consumare preferibilmente entro”…. Buttate via tutto ciò che avete tenuto per troppo tempo o che ha un aspetto o un odore che indicano il deterioramento del prodotto.
  • Lavate la frutta e la verdura con abbondante acqua corrente prima di consumarla. Sbucciatela e levate le foglie esterne. Lavate a fondo le verdure se volete mangiare la buccia. Usate la spazzola apposita per pulire i prodotti con la buccia dura, come meloni, mele, o carote prima di tagliarli e servirli crudi. I frutti più piccoli e delicati, come i frutti di bosco, possono essere facilmente risciacquati in un colino per evitare di danneggiarli. Un lavaggio accurato rimuove i batteri dannosi, i virus e i residui rimasti sulla superficie.
  • Lavate i prodotti appena prima di consumarli, non prima di metterli via. Lavatevi bene le mani prima di maneggiare i prodotti. Se avete maneggiato carne fresca e pollame, assicuratevi di aver pulito bene le superfici, gli utensili e le mani prima di toccare prodotti freschi (o qualsiasi altro cibo).
  • Coprite i piatti contenenti frutta o verdura già tagliata. Tenete la macedonia o altri prodotti pronti da consumare nel frigorifero fino al momento di servirli. Eliminate questi prodotti se sono rimasti fuori dal frigorifero per più di quattro ore.

La frutta e la verdura fresca sono gustose e nutrienti e sono fondamentali per l’apporto delle vitamine, dei minerali e delle fibre necessari alla nostra dieta. Gustiamo ogni giorno la grande varietà di scelta che esse offrono come parte di una dieta sana.