Il pomodoro è un frutto o una verdura? Perché?

Last Updated : 04 March 2020

Molti di noi sono in grado di distinguere facilmente le differenze tra molti frutti e molte verdure ma di fronte all'annosa questione, se il pomodoro è un frutto o una verdura, non siamo poi così sicuri che cosa dobbiamo rispondere!

Non pensarci troppo perché la risposta è: tecnicamente tutte e due! Benché la frutta e la verdura facciano entrambe parte delle porzioni consigliate 5 volte al giorno, esse presentano chiare differenze. Tuttavia, queste possono dipendere dal fatto che tu stia parlando con un botanico, che utilizza le definizioni botaniche, o con un nutrizionista o uno chef, i quali utilizzano, più probabilmente, le definizioni culinarie.

La classificazione botanica: i pomodori sono frutti.

Un botanico utilizzerebbe la classificazione botanica, basata sulle caratteristiche fisiologiche della pianta, come la struttura, la funzione e l'organizzazione della pianta.1 Pertanto, dal punto di vista botanico, un "frutto" è un prodotto portatore di seme che cresce dall'ovario di una pianta in fiore o, in altre parole, il frutto è il modo in cui la pianta diffonde i propri semi.2 Un frutto botanico ha almeno un seme e cresce dal fiore della pianta.1 Tenendo a mente questa definizione, i pomodori sono classificati come frutti perché contengono semi al loro interno e crescono dal fiore della pianta di pomodoro.

D’altra  parte, in termini botanici una "verdura" non ha una definizione precisa, ma si tratta per lo più di un termine generico che abbraccia tutti gli altri aspetti commestibili della pianta, delle radici, dei gambi e delle foglie.1 Quindi, parlando da botanici, classificheremo cibi come le mele, le fragole e le pesche come frutta, pomodori compresi!

La classificazione culinaria: i pomodori sono verdure.

Un nutrizionista, uno chef o addirittura tua nonna, userebbe il sistema di classificazione culinario, che definisce frutta e verdura in modo leggermente diverso, basandosi sul modo in cui le piante vengono utilizzate e sui loro profili aromatici. 1 Dal punto di vista culinario, una “verdura” presenta solitamente una consistenza più dura, ha un sapore meno forte e spesso viene consumata in pietanze come stufati, zuppe o saltate in padella.1,2 Un “frutto”, invece, ha una consistenza morbida, tende ad essere dolce o aspro e spesso viene consumato crudo, nei dolci o nelle confetture.1,2

I pomodori possono essere succosi, dolci e possono essere consumati crudi. Inoltre, utilizziamo i pomodori per piatti saporiti, ed è per questo che solitamente li classifichiamo come verdura. 

Classificazione botanica vs classificazione culinaria dei pomodori
Figura 1. Classificazione botanica vs classificazione culinaria dei pomodori

Classificazione botanica contro classificazione culinaria

Perché quindi classificare i pomodori in due modi diversi, se questo ci confonde? Queste definizioni hanno i loro scopi. Ad esempio, la classificazione botanica è utile per un botanico quando vuole scoprire le origini dei pomodori, lo aiuta a identificarne le diverse varietà (ce ne sono più di 10.000!) o a capire come coltivare e raccoglierne i diversi tipi.1

La definizione culinaria potrebbe essere più utile per il pubblico generico, per i nutrizionisti e per gli chef poiché i cibi che appartengono alla stessa famiglia botanica potrebbero non avere la stessa composizione nutrizionale. Ad esempio, i meloni di Cantalupo, le angurie, le zucche violine, i cetrioli e le zucche appartengono tutti alla stessa famiglia botanica ma hanno composizioni nutrizionali differenti.1

Altri frutti botanici che dal punto di vista culinario sono considerati come verdura: avocado, olive, zucche, pomodori, granturco, melanzane, cetrioli, piselli, peperoncino, zucchine.

frutti botanici che sono considerati verdure culinarie
Figura 2. Frutti botanici che dal punto di vista culinario sono considerati come verdure

I pomodori sono parte delle porzioni di frutta e verdura consigliate 5 volte al giorno

Nelle raccomandazioni sulle porzioni di frutta e verdura consigliate 5 volte al giorno, i pomodori sono classificati come verdura, che è la definizione culinaria, perché è così che la maggior parte delle persone impara a conoscere frutta e verdura. Una porzione per adulti di pomodoro è un pomodoro di medie dimensioni o 7 pomodorini ciliegini; ricordati di mangiare una gran varietà di frutta e verdura per riuscire a raggiungere le porzioni consigliate 5 volte al giorno.3 

dimensioni delle porzioni di pomodori e ciliegini
Figura 3. Dimensione delle porzioni di pomodoro

In conclusione – I pomodori sono sia frutta che verdura!

Per riassumere, i pomodori vengono solitamente utilizzati nella preparazione di piatti saporiti, nonostante botanicamente siano considerati come frutta, ma spesso sono descritti come verdura in una prospettiva culinaria. Ma comunque i pomodori sono così gustosi che a chi vuoi che importi! Siamo concordi sul fatto che i pomodori siano facili spuntini, deliziosi negli stufati, una sana alternativa per le nostre alimentazioni, fornendoci fibre, vitamine e minerali.

Secondo te qual è la stagione migliore per i pomodori? Vuoi sapere i periodi migliori per comprare frutta e verdura? Dai un’occhiata al nostro articolo sulla frutta e sulla verdura di stagione, mese per mese, in Europa!

References

  1. Pennington JAT & Fisher RA (2009). Classification of fruits and vegetables. Journal of Food Composition and Analysis 22S:S23-S31.
  2. Lexico website, Fruit. Accessed 13 Sep. 2019.
  3. NHS (2020). Rough guide – Fruit & vegetable portion size. Accessed 17 February 2020.