Quanto è grande il problema del sovrappeso in Europa? l’OMS lo sa!

Ultima modifica : 30/12/2011

Si stima che il numero di persone con obesità in Europa è triplicato dal 1980, anche in paesi tradizionalmente a bassa prevalenza. Allo stesso tempo, viviamo più a lungo che mai. E con l'età il rischio di sovrappeso aumenta. Quindi, gli europei stanno davvero ingrassando? Oppure stiamo solo invecchiando? Quanto è grande veramente il problema del sovrappeso? L'Organizzazione Mondiale della Sanità lo ha scoperto.

Ecco i dati confrontabili e corretti per l'età

Il confronto degli studi sulla prevalenza dell'obesità è notoriamente difficile a causa della variabilità della metodologia e della popolazione, che sono potenziali fattori fuorvianti. Uno dei fattori da prendere in considerazione per ottenere un quadro più preciso della portata del problema sovrappeso e obesità e il suo sviluppo, è che le popolazioni stanno invecchiando. Gli europei vivono più a lungo e i tassi di natalità sono bassi. Sovrappeso e obesità sono più comuni negli adulti più anziani e quindi un maggior numero di anziani corrisponde ad un aumento di individui affetti da sovrappeso e obesità nella popolazione.

Diverse organizzazioni, come l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l'International Obesity Task Force (IOTF) e l’Eurostat, l'ufficio statistico dell'Unione europea, compilano dei database su sovrappeso e obesità nei paesi europei. Tuttavia, in precedenza, non sono mai state elaborate delle conclusioni basate sulla totalità di questi dati, principalmente a causa di una comparabilità limitata. Ma recentemente l’OMS Europa ha compilato e standardizzato, per età, i dati disponibili di questa organizzazione e di altre, così come si fa per le pubblicazioni scientifiche. Questo ha portato ad una mappa di tendenze all'obesità dal 1981 al 2005 negli adulti di età 25-64 anni nei 53 paesi dell’OMS Europa.1 I dati sono stati riportati e misurati separatamente per evitare conclusioni errate.

Modelli comuni

L'analisi dei dati misurati rivela alcuni modelli dell'OMS di tutta Regione Europea. In tutti i paesi, per uomini e donne, è stata dimostrata una maggiore prevalenza di sovrappeso (indice di massa corporea (BMI) ≥ 25) e obesità (BMI ≥ 30) tra le persone anziane (50-64 anni) rispetto al gruppo di età più giovane (25 - 49 anni). Il sovrappeso ha dimostrato di essere più comune negli uomini rispetto alle donne, mentre l'obesità è più comune nelle donne in tutta Europa. L’Irlanda e il Regno Unito costituiscono due eccezioni, qui, infatti l'obesità è più comune negli uomini in alcune indagini.

Prevalenza e tendenza dell'obesità in Europa

Il più alto tasso di sovrappeso negli uomini è stato segnalato dal Regno Unito, dove oltre il 70% era sovrappeso nei primi anni 2000. Sempre nel Regno Unito sono stati segnalati i più alti tassi di obesità, dove sono colpiti 1 su 4 uomini. Tassi di obesità simili sono stati osservati nelle donne irlandesi, che hanno dimostrato i tassi più elevati in Europa. Il sovrappeso è più comune nelle donne inglesi: quasi il 60% presentano un BMI ≥ 25. Le popolazioni di paesi dell'Est Europa, dei Balcani e le repubbliche ex sovietiche erano in generale più magre rispetto agli europei occidentali, con tassi di sovrappeso inferiori a 40% e l'obesità che colpisce meno del 10%.

Lo sviluppo nel tempo mostra un aumento sia del sovrappeso sia dell'obesità in tutti i paesi sia per gli uomini sia per le donne. È interessante notare che negli uomini irlandesi l'aumento dell'obesità è stato superiore rispetto al sovrappeso, mentre in altri paesi le tendenze sono uguali. Nelle donne irlandesi, la tendenza generale per l'obesità è in aumento, ma in realtà sta diminuendo tra le donne più anziane (50-64 anni), l'unico gruppo per il quale è stata segnalata una diminuzione.

Sono disponibili in realtà molti dati autoriferiti piuttosto che dati effettivamente misurati. Questi dati autoriferiti hanno mostrato che i tassi di obesità nella maggior parte dei paesi variavano tra il 10 e il 14,9% nel periodo 2001-2005, seguita da 15-19,9%. Il numero di paesi con tassi di obesità superiori al 20% era maggiore rispetto a quelli con meno del 10%. I dati autoriferiti sugli uomini in sovrappeso variano da circa il 50% in Svizzera e Lettonia a circa il 70% in Slovacchia e Malta. La prevalenza più bassa dell'obesità è stata segnalata in Svizzera e in Italia, la più alta in Grecia e a Malta, dove più di 1 su 4 uomini erano obesi. La Svizzera e l'Italia avevano la più bassa percentuale di donne in sovrappeso, la Grecia e il Regno Unito la più alta. La prevalenza dell'obesità nelle donne è più bassa in Svizzera e in Svezia, la più alta in Grecia, Malta e Lettonia.

A livello mondiale la prevalenza dell'obesità negli adulti è del 7,7% negli uomini e 9,8% nelle donne. Particolarmente colpiti sono un certo numero di popolazioni nella Regione del Pacifico occidentale, le Indie Occidentali, gli Stati Uniti d'America e Australia.2

Conclusioni

La prevalenza di obesità e sovrappeso standardizzata per età è aumentata nel corso del tempo nella maggior parte dei paesi europei. Ciò significa che il numero crescente di europei con peso in eccesso non è solo una conseguenza di un maggior numero di anziani, che sono più inclini a essere in sovrappeso rispetto ai più giovani, ma che la popolazione in generale è diventata più affetta da sovrappeso.

Ulteriori informazioni

WHO Europe, Obesity section

Bibliografia

  1. Doak CM, et al. (2012). Age standardization in mapping adult overweight and obesity trends in the WHO European Region. Obes Rev 13(2):174–191. doi: 10.1111/j.1467-789X.2011.00943.x. Epub 2011 Nov 7.

  2. WHO Global Infobase.