Sistemi di qualità alimentare: risposte alle domande più comuni

Ultima modifica : 11/06/2021

Alcuni alimenti europei sono rinomati per le loro caratteristiche qualitative uniche, come i forti legami con la loro origine geografica o i metodi di produzione sostenibili. Vari sistemi di qualità proteggono questi prodotti all'interno e al di fuori dell'Unione Europea. Il ruolo di tali sistemi è garantire che i prodotti da proteggere siano riconosciuti per le loro qualità speciali, al sicuro da frodi e usi impropri, e che i loro produttori siano equamente compensati. Questo articolo risponde ad alcune domande su tali schemi e sulla loro rilevanza.

In che modo i regimi di qualità alimentare giovano ai produttori e alle comunità rurali?

La maggior parte delle attività relative alla produzione e trasformazione di alimenti protetti dai regimi di qualità si svolge nelle zone rurali. Un vantaggio diretto è che ciò genera nuove opportunità di lavoro e spesso ben retribuite per i residenti di queste aree.1

Da un punto di vista culturale, i programmi che si concentrano sull'origine geografica e sugli aspetti tradizionali degli alimenti aiutano nella tutela e nella promozione del patrimonio culturale.1 Ciò include il mantenimento del know-how tradizionale e la conservazione delle tradizioni gastronomiche. Inoltre, la natura collettiva del processo di certificazione riunisce diverse parti interessate e promuove la cooperazione locale.2 Se un prodotto ottiene popolarità tra i consumatori, può attirare turisti interessati a comprendere la storia del prodotto, la sua produzione e il processo di controllo della qualità. Di conseguenza, anche i settori associati come turismo e accoglienza nelle zone rurali possono beneficiare di regimi di qualità alimentare. Lo sviluppo economico di queste regioni può anche portare ad altri vantaggi come il miglioramento delle infrastrutture e delle strutture pubbliche, un migliore utilizzo del suolo e una gestione efficiente delle risorse naturali.2

Tuttavia, affinché le comunità rurali e i produttori ottengano tali benefici, i prodotti protetti da regimi di qualità devono essere commercializzati correttamente. Inoltre, per massimizzare i vantaggi dei regimi di qualità, è necessario semplificare le complesse procedure burocratiche ed eliminare le pratiche fraudolente.1

La produzione dei prodotti alimentari protetti è sostenibile?

Quando si discute di sostenibilità è importante considerare le sue tre dimensioni: sociale, economica e ambientale. I regimi di qualità alimentare possono generare un valore aggiunto significativo, come nuove opportunità di occupazione e imprenditorialità, contribuendo così alla sostenibilità economica delle zone rurali. Preservando le conoscenze tradizionali, la cultura culinaria e l'identità regionale, essi promuovono la sostenibilità sociale.

I regimi richiedono spesso l'uso di specie o razze locali e di pratiche agricole specifiche.2 Ciò può avere un impatto positivo sull'aspetto ambientale della sostenibilità. Il progetto "Strength2Food" ha rivelato che i prodotti protetti da regimi di qualità alimentare emettono quantità minori di gas serra per ettaro di terreno rispetto alle loro controparti non protette.1 Poiché, a causa della posizione geografica, la produzione e la lavorazione dei prodotti protetti devono avvenire in un determinato territorio, le emissioni legate al trasporto sono inferiori.1 Tuttavia, l'inquinamento idrico e l'impronta di carbonio per tonnellata derivante dalla produzione di prodotti protetti e non protetti, di solito sono simili.1

Il regime biologico è particolarmente importante nel contesto della sostenibilità ambientale perché la produzione di alimenti biologici è nota per offrire numerosi vantaggi come il sostegno alla biodiversità, il miglioramento della salute degli impollinatori, l'utilizzo responsabile delle risorse naturali e una migliore gestione dei rifiuti.3

Alcuni prodotti sono protetti sia per la loro origine geografica che per i metodi di produzione biologica. Tali prodotti possono comportare vantaggi tipici di entrambi i tipi di regime.

I sistemi di qualità alimentare UE sono riconosciuti al di fuori dell'Europa?

I prodotti alimentari protetti per la loro origine geografica sono considerati  nell'ambito del sistema europeo dei diritti di proprietà intellettuale.4 Ciò significa che i nomi di tali prodotti sono protetti all'interno dell'UE e all'estero. Spesso vengono firmati accordi di protezione specifici tra l'UE e paesi terzi per garantire che i prodotti siano protetti contro l'uso improprio o la falsificazione. Al contrario, i prodotti provenienti da paesi stranieri possono essere protetti anche all'interno dell'UE se è stato raggiunto un accordo.4 Tra gli esempi di tali prodotti figurano la salsa di pesce Phu Quoc DOP del Vietnam e il caffè Doi Chaang IGP della Thailandia, che "Strength2Food" ha studiato. Tuttavia, alcuni regimi di qualità come il Label Rouge francese sono specifici per il paese. Ciò significa che i prodotti da loro protetti sono riconosciuti per le loro qualità speciali solo all'interno del paese.

La vendita di alimenti di origine protetta è un'importante fonte di reddito per i produttori europei. Nel 2019, le vendite di tali prodotti sono state pari a 74,76 miliardi di euro.5 Più di un quinto di tale importo è stato raggiunto tramite vendite al di fuori dell'Unione Europea.5 Tali vendite sono state possibili solo perché i regimi di qualità UE sono riconosciuti e protetti sia all'interno che al di fuori dell'Europa.

Per gli alimenti biologici si applicano regole diverse. Se un prodotto viene prodotto all'estero seguendo i requisiti dell'UE per l'agricoltura biologica, può essere esportato in Europa come prodotto alimentare biologico.6 Il riconoscimento come prodotto biologico al di fuori dell'UE di un prodotto alimentare prodotto in Europa, seguendo le norme europee, dipende dalla legislazione del paese importatore.

Perché gli alimenti protetti sono più costosi?

Per svariati motivi, i prodotti protetti da regimi di qualità alimentare possono essere più costosi rispetto alle loro controparti non protette. La loro produzione può essere più costosa a causa dei requisiti che devono essere rispettati.1 Per esempio, potrebbe essere necessario un prodotto di indicazione geografica per utilizzare risorse locali. In alcuni casi, ciò potrebbe essere meno conveniente rispetto all'utilizzo di risorse non locali. I produttori biologici sono spesso tenuti a utilizzare prodotti speciali come i pesticidi naturali, che potrebbero essere più costosi di quelli sintetici. Anche la produzione e la lavorazione di prodotti protetti richiedono spesso dipendenti esperti con conoscenze specialistiche. Assumere tali dipendenti può essere più dispendioso per il produttore.

References

  1. STRENGTH2FOOD (Strengthening European food chain sustainability by quality and procurement policy).
  2. Food and Agriculture Organization (FAO) (2018). Strengthening sustainable food systems through geographical indications: An analysis of economic impacts. Rome, Italy: FAO.
  3. Sandhu HS, Wratten SD, & Cullen R (2010). Organic agriculture and ecosystem services. Environmental science & policy, 13(1), 1-7.
  4. European Commission website, Quality schemes section. Accessed 18 November 2020.
  5. European Commission (2019). Study on the economic value of EU quality schemes, geographical indications (GIs) and traditional specialities guaranteed (TSGs). Brussels, Belgium: European Commission
  6. Commission Regulation (EC) No 1235/2008 of 8 December 2008 laying down detailed rules for implementation of Council Regulation (EC) No 834/2007 as regards the arrangements for imports of organic products from third countries